IIID Secondaria – Ecco tutti i VIDEO

Immagine

 

Chiusura in bellezza per gli alunni della IIID, che hanno concluso brillantemente l’anno scolastico con gli esami.

Ecco disponibili i documenti dei lavori che i ragazzi hanno realizzato con l’insegnante di Italiano e la collaborazione di molti docenti dell’Istituto:

1 – VIDEO del Premio ricevuto per la realizzazione del GR ‘Emcì Mestica News’, ritirato a Jesi il 16 maggio scorso

Premio Jesi 2

VIDEO del Premio GIORNALE RADIO

Premio Jesi 1

2 – AUDIO del ‘GR ‘Emcì Mestica News’

3 – VIDEO dal titolo Una città, un amico, realizzato a febbraio 2017, per accogliere la delegazione di Erba, consegnato sabato 11 febbraio alla rappresentante del sindaco della cittadina lombarda e al sindaco di Macerata, Romano Carancini.

Complimenti ai ragazzi che si sono cimentati in un lavoro integrato con l’apporto di diverse discipline e che li ha impegnati nel raggiungimento di molti dei traguardi previsti dalle Indicazioni nazionali e nell’acquisizione di diverse competenze complesse, trasversali e disciplinari.

Le competenze linguistiche, con la produzione di almeno 5 diversi tipi di testo in diversi linguaggi e registri, e le conoscenze storiche, in prospettiva interdisciplinare e di scala, sono state perseguite con intrecci di conoscenze e abilità artistiche, musicali, motorie e trasversali, per la produzione di un lavoro collettivo coinvolgente.

La strategia didattica dell’apprendimento cooperativo, utilizzata, tra l’altro, con gruppi di ricerca e Jigsaw (letteralmente gioco ad incastro), era stata sperimentata dagli stessi ragazzi fin dallo scorso anno a classi aperte.

Le riflessioni metalinguistiche successive hanno preso in esame la libertà di stampa nella storia, alla luce del dettato costituzionale e del corretto uso del Web.

La maggior sicurezza in sé e la consapevolezza del lavoro svolto, sono stati descritti e testimoniati dai ragazzi in diverse occasioni, oltre che in sede di esame, e costituiscono il risultato più importante che la scuola possa dare ai suoi alunni.

FINE

Premio ‘Giornale Radio’ alla IIID della Secondaria

Immagine

Grande soddisfazione è stata quella ottenuta dagli alunni della III D,  Secondaria di 1° grado ‘E. Mestica’, che

con il GR dal titolo ‘MC Mestica News‘.

sabato 13 maggio scorso hanno ricevuto

il PREMIO “GIORNALE RADIO” 

al Concorso ‘Il giornale della Scuola‘, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti  in collaborazione con l’Ufficio Scolastico delle Marche,

“per aver confezionato un vero GR di classe, con sigla e sommario, conduttori e inviati, che hanno realizzato interviste, servizi sul terremoto e sulla vita della scuola”.

IMG_7207 PREMIO Giornalismo ATTESTATO1

È stato il riconoscimento di un lavoro molto impegnativo ma davvero ben fatto e la dimostrazione che neppure un terremoto e una stanza poco adeguata alla concentrazione, come quella adibita ad aula in cui gli  alunni hanno seguito le lezioni di questo anno scolastico – con mille campanelli che suonano all’improvviso anche più volte ad ogni ora -, possono costituire un ostacolo all’impegno ed allo studio decisivi per il proprio futuro.

Gli alunni, in questo periodo così difficile per il nostro territorio, oltre ai compiti, hanno, infatti, promosso l’Istituto nelle giornate di ‘Scuola Aperta’, realizzato un VIDEO di presentazione della città di Macerata, con la collaborazione di alcuni compagni delle classi IIB e IIIA, in occasione della visita della delegazione della città di ERBA, una INTERVISTA al Sindaco e il Giornale Radio premiato a Jesi.

Queste attività hanno dato modo di esercitare competenze di base, come la lettura e la scrittura, ma anche riflettere sulla vita della loro città ed aprirsi ai problemi del Paese.

Complimenti a tutti coloro che hanno lavorato e studiato con impegno ed entusiasmo.

Per i vincitori e per tutta la comunità scolastica, è a disposizione la registrazione del GR Mestica News premiato e un VIDEO doc che ricorda l’evento.

FINE

Media Mestica – ‘Scuola Aperta, 2017’

Immagine

di Emanuela Cartechini ed Elisabetta Mascellani

Sabato 14 e 28 gennaio la Scuola secondaria di primo grado “E.Mestica” ha aperto le porte agli studenti delle scuole primarie che stanno scegliendo la scuola media e ai loro genitori, che li accompagnano in questa importante decisione.

Le due giornate di Scuola Aperta 2017, quest’anno come non mai, sono state una importante occasione per mostrare ai numerosi visitatori come una scuola, proprio nelle difficoltà contingenti, – quelle oggi imposte dal recente sisma con il cambio di sede avvenuto all’inizio dell’anno scolastico nel disorientamento di tutta la città, – sia fatta, sì, di Strutture burocratiche ed informatiche, di Programmi, di Piani e Progetti di Proposte formative ben redatti o di Iniziative originali e divertenti, ma che il suo vero motore sono le persone, coloro che si dedicano ogni giorno con competenza alla loro realizzazione.

 

I docenti prof. Renzo Lambertucci e prof.ssa Antea Calia

I docenti prof. Renzo Lambertucci e prof.ssa Antea Calia

Una scuola è fatta soprattutto del suo personale e dei suoi docenti, della loro professionalità, che, ciascuno con i propri valori, le proprie idee, i propri talenti declinati nell’agire professionale quotidiano, danno valore e vita all’opera formativa quotidiana.

 

E in tanti, colleghe e colleghi, hanno coinvolto gli studenti di tutte le classi nell’allestimento dei vari laboratori che si sono svolti durante gli open days: la sensibilità estetica e artistica della pittura su tessuto, il colore delle parole nelle poesie dipinte, la vitalità dell’inglese nel CLIL e nelle miming stories,

E, ancora, i video che hanno permesso uno sguardo sul lavoro d’aula e sull’impegno di ogni giorno

e, infine, le musiche delle jam session che hanno accompagnato le visite.

l’attenzione alla persona nello sportello inclusione, il bon-ton della cerimonia del tè all’inglese,per citarne alcuni.

Tutto ciò non è che un saggio riduttivo dell’Offerta Formativa, che si realizza nella quotidianità della relazione educativa, nell’esercizio coerente e costante della prassi didattica rivolta al successo formativo di tutti gli studenti, nessuno escluso.

La scuola media Mestica, la scuola storica della città, ambisce a rimanere sul solco della sua tradizione, ma, nelle molteplici mutazioni di sede e contesto, è pronta a tutte le sfide che si presenteranno per il futuro: come la più moderna sede prevista dalla nuova organizzazione scolastica della città annunciata dal sindaco Carancini.

FINE

Festa di Natale, 20 dicembre 2016

Immagine

CLICCA e GUARDA IL VIDEO

Una scuola che si rispetti si pensa sempre con alunni seduti al banco, una lavagna e l’insegnante che spiega. Tabelline, somme e divisioni. Voti. Sì, anche questo ci deve essere.

Ma qual è davvero l’ingrediente essenziale, irrinunciabile, senza il quale non solo non c’è scuola, ma neppure famiglia, amicizia o qualunque forma di comunità che si rispetti?

Certo, saper tradurre le idee in parole, poesia e musica: la Musica della Poesia e la Musica delle Parole, certo, è importante. Soprattutto nella Scuola.

Ma se ci si ferma qui, lo vediamo ogni giorno, non basta: dove a prevalere sono il protagonismo, l’esibizione fine a se stessa, che sembrano caratterizzare la società di oggi, a vincere sono piuttosto la rabbia o la tristezza.

Al contrario, quando ognuno, in piena libertà, è sicuro di poter dare il proprio contributo secondo le proprie risorse, per sé e per il bene comune, allora si liberano forze prima imprevedibili. È la sola vera soddisfazione, la pienezza che sveglia il pensiero. E molto anche il cuore.

IMG_4398

Tutto questo è avvenuto martedì 20 dicembre scorso, alla Festa di Natale, a cui la comunità della Scuola Mestica, ferita dal recente terremoto, sfollata e ancora disorientata, all’irresistibile richiamo di note canzoni natalizie che ora sembravano mai sentite prima; al ritmo di dolci filastrocche e al cadenzare dei versi dialettali imparati in classe, ma saputi da sempre, tra Modernità e Tradizione, ha voluto RIUNIRE la sua gente. Tutti. Per sintonizzare le menti e stare insieme in armonia.

La Festa, si è tenuta nell’Aula Magna dell’ITC Geometri – che ringraziamo per la disponibilità dello spazio -, ma le parole conclusive della vicepreside, Brunella Principi, hanno dato voce a quanto, in un bagliore, si era appena mostrato: «Questa è la Scuola Mestica». E l’insegnante di Musica, professor Andrea Mennichelli, che ha proposto l’iniziativa, e gli alunni che hanno recitato e cantato, ci hanno fornito l’occasione per ricordare che la Scuola vera, quella che non perde la propria essenza, è la scuola della PARTECIPAZIONE di ognuno per tutti.

I migliori auguri dei Docenti alla prosperità della Scuola Mestica sono che questo bagliore resti la luce che guida i nostri passi e quelli dei nostri allievi e delle loro famiglie, verso una vera Comunità. Unica vera Scuola possibile.

Gli ingredienti, quel giorno, c’erano proprio tutti: alunni, genitori e insegnanti a raccolta; la Musica della Poesia e la Musica delle Parole; il giorno: il Solstizio; e, occasione solenne, finalmente, il vero Santo Natale. Risultato: la Festa più affollata e allegra che si fosse mai vista da molti e molti anni.

Un canto liberatorio. Insomma, il Rito.

(E. M.)

 

 

Pagella d’Oro ad Arianna Proietti, classe IIID 2015-16

La Pagella d’Oro di quest’anno è stata consegnata all’alunna Arianna Micol Proietti, indicata dal nostro Istituto tra i 126 migliori studenti di Marche e Abruzzo. Arianna Micol Proietti, studentessa della sezione ‘D’, si è diplomata lo scorso giugno dopo una intera carriera scolastica al massimo dei voti, sempre meritati grazie al più alto livello di impegno e profitto in tutte … Continue reading

12 ottobre 2016, Visita alla Camera dei Deputati

Viaggio di Istruzione a Roma, lo scorso 12 ottobre, per gli alunni delle classi terze delle sezioni B e D della Scuola superiore di primo grado. Meta: Montecitorio, Camera dei deputati. La visita era stata programmata e prenotata fin dallo scorso maggio e si è svolta in una splendida giornata autunnale. Gli oltre 50 alunni, accompagnati dalle docenti Pia Centioni, Alessia Albanese, Stefania Corvatta ed Elisabetta Mascellani, … Continue reading